Insegnanti

I nostri "maestri dell'arte culinaria"

Alcune informazioni sui nostri insegnanti, con esperienze lavorative, percorsi formativi ed eventuali pubblicazioni.

Cristina Blasi e Gabriella Mari sono entrambe fondatrici e direttrici della Scuola di Arte Culinarie Cordon Bleu di Firenze, oltre ad essere DA SEMPRE un pilastro della docenza.

Insegnanti SONO ENTRAMBE diplomate alla Scuola Cordon Bleu di Roma, membri della Commanderie des Cordons Bleu de France, sommelier, assaggiatrici di olio extra vergine di oliva e molto altro.

Due grandi docenti: un fiume in piena la Cristina, che se segui la corrente ti porta avanti dove non pensavi di arrivare. Un porto sicuro Gabriella, che ad ogni lezione apporta uno studio in più, un approfondimento ulteriore.

Cristina Blasi

Cristina Blasi

Clicca per ulteriori informazioni su Cristina Blasi

Vulcanica, scoppiettante, amante della cucina toscana ma sempre aperta al resto del mondo.

Cristina ama stare al passo con i tempi e dunque segue con interesse l'evoluzione dell'arte di cucinare e delle nuove tecniche.

Inoltre, è lei certamente la massima esperta di pasticceria e del lato visual (decorazione, presentazione piatti, uso di attrezzature speciali).

Insegnante perfetta perchè pronta a rilanciare e a dedicarsi ad esperienze nuove.

Gabriella Mari

Gabriella Mari

Clicca per ulteriori informazioni su Gabriella Mari

Fiorentina doc, innamorata della buona cucina ITALIANA anche se non d'effetto, curiosa all'infinito e appassionata degli aspetti storici, culturali e tradizionali della gastronomia.

Gabriella è specializzata in piatti tradizionali, carne, pasta, panificazione, sono i suoi pilastri. Ai suoi allievi trasmette la passione per la storia della cucina, per la cultura della tavola ma anche la parte scientifica.

E' lei il riferimento per i corsi sviluppati per il pubblico straniero.

Insegnante perfetta perchè appassionata e sempre disponibile con i suoi alunni.

Emilia Onesti

Emilia Onesti

Clicca per ulteriori informazioni su Emilia Onesti

Emilia Onesti e nata a Novara nel 1966. All'eta di due anni e stata portata a Firenze dai suoi genitori: il padre novarese ma di genitori emiliani e la madre fiorentina ma di genitori della bassa mantovana.

Dopo gli anni passati a fare da assistente alla nonna materna nella preparazione della pasta fatta a mano, la sua passione per la cucina prende forma nel 1983, con il primo numero della rivista Grand Gourmet. Lo studio della cucina rimane in secondo piano durante i suoi studi presso il liceo artistico e presso la facolta di Architettura, periodo durante il quale ha realizzato buffet per inaugurazioni e feste private. Dopo la laurea, nel 1992, l'interesse per la cucina la porta a gestire per due stagioni consecutive (giugno-settembre 1993 e 1994) il ristorante di un tennis club nei dintorni di Firenze insieme a Fabio Onesti (fratello e sommelier), Livia Briani e successivamente anche Cristina Castelli.

Il suo interesse e rivolto principalmente alle cucine mediorientali, interesse nato nel 1990 con primo dei suoi tre viaggi in Turchia. Ogni viaggio per lei e stato sempre un occasione di studio della gastronomia, dal Maghreb all'Egitto, alla Siria.

Nel 1996 durante il suo soggiorno a Parigi ha avuto modo di approfondire lo studio della cucina francese ed internazionale.

Dal 1997 collabora appassionatamente con Cristina Blasi e Gabriella Mari nella loro Scuola di Arte Culinaria Cordon Bleu di Firenze, inizialmente come segretaria e successivamente anche con incarichi didattici. Da questa collaborazione sono nati i corsi di Cucina del Mediterraneo (dal 1998), Aperitivo e Antipasti (dal 2000) e Primi Piatti Regionali (dal 2001). Insieme a Cristina e Gabriella ha lavorato come home economist per i libri "Enciclopedia della cucina mediterranea" (Mondadori, Milano 2004), "La pasta fatta in casa" (BrioLibri, Firenze 2004) e "Pasta Italia" (McRae Books, Firenze 2005). Sempre per la scuola si e occupata della stesura di un ricettario per un elettrodomestico di prossima uscita.

I suoi studi di cucina si sono allargati in altri campi, dalla ricerca di nuove tecniche all'approfondimento delle tradizioni gastronomiche italiane e di altri paesi, studi approfonditi grazie alla sua smodata passione per i libri di cucina che raccoglie ormai da anni da ogni angolo del mondo.

Parallelamente alla collaborazione con Cristina e Gabriella ha pubblicato insieme a Carla Bardi il libro Gelato (BrioLibri, Firenze 2007) ed e stata home economist per un libro di cucina italiana di prossima pubblicazione. Inoltre, insieme a Luigi Corbacella, ha creato e gestisce un sito web di cucina dal 2007.

Claudio Nardello

Claudio Nardello

Clicca per ulteriori informazioni su Claudio Nardello

Claudio è cuoco, autodidatta, da sempre: ha infatti iniziato da ragazzo a cucinare per gli amici il pescato delle battute di caccia subacquea e non ha mai smesso di farlo.

Nel corso degli anni ha lavorato a lungo in altri settori, dall’informatica al tessile, poi a inizio millennio ha cominciato a trasformare la passione di una vita in un lavoro.

Ha iniziato nel 2001 a fare il personal chef in quel di Prato, realizzando cene di charme a casa del cliente, poi è volato nel 2003 a Milano al Superstudio a dirigere il ristorante dell’amico fotografo Fabrizio Ferri, curandone l’apertura anche per i clienti esterni e facendolo conoscere ed apprezzare dalla severa critica gastronomica milanese( Espresso 2005 voto 13,5 ).

Nel 2005 è rientrato a Firenze come executive chef nel progetto del ristorante Baccarossa, il lancio di un piccolo ristorante di charme dedicato ad una cucina esclusivamente di pesce di cattura, la sua specialità.
Nel 2007 la cucina di Claudio è valsa al Baccarossa il titolo di ristorante rivelazione dell’anno, indicato dalle migliori guide gastronomiche tra i migliori dieci di Firenze.

Dall’estate 2008, conclusa quell’esperienza bellissima, è tornato all’amore di sempre: trasmettere le sensazioni della sua cucina a pochi “amici” per volta, per esaltare al massimo quella cura dei dettagli che si ritrova in ogni suo piatto e che trasforma una ricetta semplice in un piatto di grande coinvolgimento sensoriale.

Il nuovo progetto di personal chef si chiama “ Il mare a casa tua” sull’onda di quel “Il mare a Firenze” coniato a proposito del profumo dei suoi piatti da una famosa giornalista.
Fa parte di questo nuovo progetto di lavoro, ma anche di vita, l’inizio della collaborazione, nel 2008, come docente stabile, con la prestigiosa scuola di cucina “ Cordon Bleu” per far comprendere agli allievi, professionali o meno, come la passione sia importante in cucina almeno quanto la tecnica.

Dall’inizio del 2010 al Luglio 2012 Claudio, è stato Executive Chef al ristorante Fellini, un piccolo gioiello situato nel centro di Firenze, del quale ha curato l’apertura e la linea di cucina.

Dal Luglio 2012 Executive Chef al ristorante Magnificenza le Pavoniere, ha accettato l’incarico dalla nuova gestione, che ha completamente restaurato il complesso de “ Le Pavoniere”, nel Parco della Cascine, di riorganizzare il ristorante interno, che è per la prima volta nella sua storia ad apertura annuale; creando una carta semplice ma ricca allo stesso tempo, per poter sfruttare a tutto campo questa splendida struttura, che non meritava certo di essere relegata ad un uso stagionale.

Pesce in prevalenza, ca va sans dire!!

Palmiro Bruschi

Palmiro Bruschi

Clicca per ulteriori informazioni su Palmiro Bruschi

Palmiro Bruschi è nato a Sansepolcro il 31/08/1967. Ancora giovanissimo assiste grandi maestri della gelateria e della pasticceria presso i centri professionali: "Arte Dolce" di Rimini e "Cast alimenti" di Brescia, dove consegue il diploma di merito. Nel 1994 si aggiudica il titolo di 1° Campione Italiano della gelateria. Nel 1997 a Brescia diventa membro dell'Accademia della Gelateria Italiana, che rappresenta la massima professionalità nell'ambito internazionale della gelateria. Nel 2008 diventa docente del Gelato University Carpigiani.

Nel 2009 collabora come testimonial Nestlé al progetto "linea professionale "Artistic Shelf Stable". Nel 2010 nasce la collaborazione con le industrie IFi per il progetto "AFFRESCO" e con "BREAK AND GO".
Ha contribuito all'avviamento di numerose di gelaterie in Italia e all'estero ed ha avuto l'abilitazione per l'insegnamento del gelato artigianale.
Trasmissioni televisive: Uno Mattina, Linea Verde, Festa di Classe, Gelato al Limone, La Vecchia Fattoria, Trenta Ore per la Vita, l'Italia in Diretta, il Cucinone, La Prova del Cuoco e sul canale tematico RaiSat Gambero Rosso e Alice...

Articoli nel mese di luglio 2000 nella rivista Gambero Rosso, Topolino, Sole 24 Ore, Messaggero, Auto d'Epoca, Sale e Pepe, Buon Appetito, Viaggi e Sapori, Sette, I Viaggi e su riviste del settore quali Gelato Artigianale, Pasticceria Internazionale, Madia, Gola Gioconda, Dolcesalato, Cioccolato & C. ecc...

Presenza ad eventi quali: il Giro d'Italia nel Villaggio Vip, in Svizzera a Neuchatel, durante l'importante festa della Vendemmia, all'inaugurazione del Portale della Repubblica di San Marino, a Vota la Voce, a Eurochocolate, al Salone del Gusto di Torino, a Brà per il Cheese, a Rothemburg nella Romantishe Strasse per l'evento "Ballo dei cuochi".

Vito Mollica

Vito Mollica

Clicca per ulteriori informazioni su Vito Mollica

È nato nel 1971 ad Avigliano (Potenza).
Si e diplomato come Commis de cuisine presso il centro di formazione professionale di Casargo; ha ottenuto i diplomi di primo e secondo livello dell'Associazione Italiana Sommeliers; ha frequentato il corso di Food cost presso l'Istituto Etoile (Venezia) ed ha ottenuto il REC.
Il suo percorso formativo e continuato con diversi stage che hanno intervallato la sua carriera lavorativa:
1996 "Marco Pierre White" (tre stelle Michelin) - London
1996 "L'Albereta" di Gualtiero Marchesi (tre stelle Michelin) - Erbusco
1998 "Le Jardin" Hotel Royal Monceau (una stella Michelini) - Paris
1998 "Les Elysees du Vernet" Hotel Vernet (due stelle Michelin) - Paris
2000 "El Bulli" (tre stele Michelin) - Cala Montjoi
2002 "Kong Hans Kaelder" (una stella Michelin) - Copenhagen
2003 "French Laundry" (tre stelle Michelin) - Yountville (USA)
2007 "Fat Duck" (tre stelle Michelin) - Bray (UK)

Dal 2007 (in pre-opening) e capocuoco del Four Seasons Hotel di Firenze, ha iniziato le sue esperienze lavorative come apprendista al Principe di Piemonte a Viareggio nel 1987 e prima di arrivare al Four Seasons di Firenze ha fatto tante tappe:
1987-88 apprendista al Gama Hotel, Milano
1988-89 aiuto cuoco al Ristorante Est Est Est, Knutsford (UK)
1988-89 aiuto cuoco al Ristorante Don Antonio's, Manchester (UK)
1989 aiuto cuoco al Gama Hotel, Milano
1989-1991 capopartita al Ristorante Mauro, Milano
1991 capopartita al Relais del Alpes, Madonna di Campiglio
1991-92 capopartita al Jolly Hotel Milanofiori, Milano
1993-94 chef in seconda al Jolly Hotel Plaza, Genova
1994-95 capo cuoco al Jolly Hotel Carlton, Caruso Restaurant, Amsterdam
1995-96 capopartita in seconda al Cafe Royal - Grillroom, London
1996-98 capopartita al Four Seasons Hotel, Milano
1998-99 junor chef in seconda al Four Seasons Hotel, Milano
1999-00 chef in seconda al Four Seasons Hotel, Milano
2000 (pre-opening)-07 capocuoco al Four Seasons Hotel, Prague

Alla suo impegno di capo cuoco Vito Mollica affianca iniziative per la promozione e collaborazioni per l'apertura degli Hotel Four Seasons in tutto il mondo

Premi e segnalazioni:
Comune di Firenze 2012: Premio "il Porcellino" della citta' di Firenze
Guida dell' Espresso Italia 2013: Premio Pommery " Il miglior piatto dell'Anno"
Guida Michelin Italia 2012: premia il Ristorante Il Palagio con 1 Stella
Guida dell'Espresso 2012: premia il ristorante Il Palagio con 2 Cappelli 16,5/20
Premio Arco 2010: Premiato dal Comune di Avigliano Regione Basilicata
Ampolla d'oro 2010: premiato dall'Enoteca Italiana di Siena
Conde' Nast 2009, Ristorante Il Palagio Hot table List
Gallivanter's Guide 2007: Chef's Editor's choice awards
Distintivo d'oro della Camera di Commercio Italo/Ceca 2007
Zagat guide 2003/04/05/06/07: Allegro Restaurant # 1 Restaurant in Prague
Hotels Magazine 2005:Restaurant Allegro: The 10 world's Best hotel dining rooms
Grand Restaurant guide 2005/06/07: Restaurant Allegro: # 1 Restaurant in Prague
Der Feinsmecker Magazine 2002/03/04/05/06: Allegro Restaurant Best restaurant in
Prague
Conde' Nast 2002, Allegro restaurant Hot table List
Czech Hotels &Restaurants: Best Hotel Restaurant 2002/03/04/05/06

Marco Stabile

Marco Stabile

Clicca per ulteriori informazioni su Marco Stabile

Marco Stabile, classe 1973, toscano, promessa mantenuta dell'alta cucina italiana. È importante il suo esordio accanto a Guido Sabatini e fondamentale è l'insegnamento del suo maestro, Gaetano Trovato.

Tra le esperienze significative ci sono l'apertura de L'Osteria di Passignano della famiglia Antinori, la lunga permanenza da Arnolfo e quella presso Il cavaliere del Castello di Gabbiano dell'azienda enologica Beringer Blass.

Al termine di questo percorso, che lo ha portato ad affinare le tecniche e coltivare il talento, Stabile è arrivato al progetto Ora d'Aria dove ha finalmente avuto la possibilità di esprimere al meglio la sua personalità, il suo spirito curioso, cosmopolita ed innovativo forte, però, di una radicata tradizione che è cultura, famiglia, territorio e che ha il coraggio di rivelarsi nella magia di quei sapori che rimandano all'infanzia ma carichi di una straordinaria contemporaneità.

La sua cucina del Ristorante Ora d'Aria esaudisce un grande desiderio, l'ingresso nella prestigiosa associazione Jeunes Restaurateurs d'Europe, nel 2009.

Da allora tanti sono i riconoscimenti che premiano la curiosità e la capacità di Marco Stabile di vedere lontano e di anticipare le tendenze; esempio è l'avvicinamento al mondo della birra che gli ha dato modo di confrontarsi con un prodotto versatile, dalle molte identità, indagando un'innovativa prospettiva di cucina. L'impegno è stato tale da portare il ristorante Ora d'Aria ad essere premiato per la carta delle birre, dalla Guida ai ristoranti dell'Espresso, e per la migliore cucina con la birra da Identità Golose. A fine 2011 arriva il riconoscimento più ambito: la prima stella Michelin.

La talentuosa opera di Stabile in questi anni all'Ora d'Aria non è infine passata inosservata neppure all'estero; prova ne è la recente consacrazione in terra americana, dove un gruppo di investitori italiani ha recentemente inaugurato a Miami "Toscana Divino", un innovativo e nuovo concept di "fashion showroom & more" per promuovere l'eccellenza toscana negli USA; scegliendo "Ora d'Aria" -come business partner privilegiato- e Marco Stabile come unico "non-resident" Executive Chef del ristorante (ospitato al suo interno).

Duccio Pistolesi

Duccio Pistolesi

Clicca per ulteriori informazioni su Duccio Pistolesi

Sono uno cuoco ed è dal 2001 che lavoro nel mondo della ristorazione, ho concluso gli studi presso la scuola alberghiera di Firenze Ipsar Buontalenti nel 2005,durante le attività scolastiche frequentavo già l'ambiente lavorativo delle cucina, e al termine degli studi ho lavorato presso un rinomato ristorante della zona, da dove poi ho preso la decisione di accrescere la mia esperienza in varie strutture ricettive internazionali.
La mia passione per la cucina,e basata sul rendere felici i commensali, creando cose semplici ma buone e mettendo la passione e la professionalità in tutto ciò che faccio.
Il mio stile di cucina si basa a seconda delle necessita della struttura e le indicazioni della direzione,ma sono sempre disponibile per portare la mia esperienza e le mie idee se richieste.

Guido Mori

Guido Mori

Clicca per ulteriori informazioni su Guido Mori

Nato a Firenze 01/04/1978 Sono laureato in chimica presso l'Università degli studi di Firenze.

Ho avuto esperienze lavorative nel campo della vetroceramica, delle tecnologie delle acque e della chimica degli alimenti.

Ho conseguito il diploma per i corsi Base di Cucina Generale e Alta Cucina presso la Scuola di Arte Culinaria Cordon Bleu di Firenze Insegno cucina scientifica e chimica degli alimenti. Sono un docente dell'Università di Firenze nel progetto OpenLab.

Silvia Martinez

Silvia Martinez

Clicca per ulteriori informazioni su Silvia Martinez


Biologa specializzata in sicurezza alimentare e nutrizione
Maturità scientifica
Laurea in Scienze Biologiche
AUDITOR IN SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITA' AGROALIMENTARE Dicembre 2004. Ecoutility Company
Master Biennale Alimentazione Clinica e Applicata. Specializzazione in nutrizione. Syntonie Firenze 2011
Organizzazione e direzione di autocontrollo (HACCP) e controllo qualità igienica presso industrie alimentari (2002 ad oggi)
Consulenza per l'organizzazione e l'attuazione di piani di autocontrollo presso svariate imprese private nel settore alimentare (sia artigianali che industriali) (2002 ad oggi)
Collaborazione con il Centro Servizi Tecnici Soluzione S.r.l. di Firenze per valutazione di rischi per salute e sicurezza sul lavoro (D.Lgs 81/08) in aziende operanti diversi settori; consulenze in campo biologico, in particolare per autocontrollo igienico sanitario (metodologie HACCP) (2002 ad 2009)
Collaborazione con Confesercenti Versilia per valutazione di rischi per salute e sicurezza sul lavoro e consulenze in particolare per autocontrollo igienico sanitario (metodologie HACCP) (2002 ad 2008)
Collaborazione con CNA di Pistoia per autocontrollo igienico sanitario (metodologie HACCP) (2006 ad oggi)
Iscrizione all'Ordine Nazionale dei biologi n° 053195 sez. A
Partecipazione a convegni, congressi e seminari relativi ad autocontrollo, HACCP, controllo di qualità, Eco Audit (1999 ad oggi)
 
Annamaria Cacioli

Annamaria Cacioli

Clicca per ulteriori informazioni su Annamaria Cacioli

Annamaria Cacioli nata nel 1969, laureata in scienze politiche presso l'università degli Studi di Firenze nel 1994 e dal 2013 diplomata insegnante A.I.C.I.

Esperienze lavorative significative:
Dal 2008 professore presso la scuola internazionale "Lorenzo de Medici" di Firenze per i corsi di "Current trends in italian cuisine" e "Food of Italy"
Dal 2009 insegnante di cucina presso la Scuola di Arte Culinaria Cordon Bleu: corsi di pasticceria, cioccolato, pizza, tecniche di cucina, lezioni di cucina italiana. Dal 2013 professore di "Strumenti e tecnologie in cucina" nel corso accademico di laurea internazionale in "Italian Culinary Arts" presso la Scuola di Arte Culinaria Cordon Bleu.

Marco Ottaviano

Marco Ottaviano

Clicca per ulteriori informazioni su Marco Ottaviano

Marco Ottaviano, classe 1951, nato a Roma dove si laurea in Scienze biologiche e dove lavora come ricercatore presso l’Istituto Superiore di Sanità.
In seguito, molte esperienze in società multinazionali del settore farmaceutico e strumentale-medicale. Nel 1994 arriva a Firenze chiamato dal gruppo SMA (Segnalamento Marittimo Aereo).
Dopo questa esperienza fonda con altri soci un’azienda per la produzione e la commercializzazione di apparecchiature ad alta tecnologia per il settore riabilitativo.
Ma l’antica passione per il gelato, iniziata da piccolo quando entra in contatto con il bar gelateria del nonno, non può più attendere.

Dopo due anni dedicati allo studio delle moderne tecniche di produzione del gelato artigianale, apre, con la moglie Cinzia, una gelateria nel centro storico di Firenze “Il Gelato Gourmet”.
Grande passione e ricerca maniacale delle materie prime sono il punto di forza della sua attività che in breve tempo si fa apprezzare come una delle migliori gelaterie di Firenze.

Oggi è la prima gelateria fiorentina nella classifica Tripadvisor, ed è inserita dal blog Dissapore tra le 100 migliori gelaterie artigianali d’Italia.

Marco Ottaviano è spesso citato in blog internazionali per il suo livello qualitativo.

Barbara Zattoni

Barbara Zattoni

Clicca per ulteriori informazioni su Barbara Zattoni
Chef storica dell’Enoteca Ristorante Pane e vino dal 1980 al 2015.
Docente di corsi sulla cucina di recupero. Ha partecipato sempre come docente a “Parole di salute” in 2 progetti della provincia di Pistoia e della regione Toscana. Ha tenuto corsi di cucina per le pari opportunità. Workshop a Dusseldorf per la presentazione della cucina toscana. Varie collaborazioni come food design con “Bottega Cinema”.
Corso di pasticceria con Loretta Fanella, pasticcera di Adrià e dell'Enoteca Pinchiorri entrambi 3 stelle Michelin.

Vinto il primo premio internazionale MADONNA FIORENTINA (inerente al progetto mangiare donna) Premio promosso dalla provincia di Firenze.
Nel 2012 entra nel carcere di Volterra per preparare una delle “Cene Galeotte”, per il progetto: il cuore si scioglie.
Nello spettacolo-cena-sfilata: Cappelli e fornelli ha realizzato il sogno di coniugare la sua professione con il suo grande hobby di fare cappelli.
Ha tenuto una collaborazione settimanale col giornale il nuovo corriere fiorentino     per l’inserto: “cultura commestibile” pubblicazione tuttora in corso in versione digitale.

Ha pubblicato su Amazon 2 libri: Il libro dei dolci - Il coperchio di Petronilla tra e oltre la cucina del riuso.
Gestisce il suo blog di cucina: Alta voracità, momentaneamente ospitato su: www.ristorantepaneevino.it in via di trasferimento su www.altavoracita.it
Massimiliano Catizzone

Massimiliano Catizzone

Clicca per ulteriori informazioni su Massimiliano Catizzone
E' il cuoco dell'innovazione e della passione mediterranea. Ad ogni piatto aggiunge un tocco unico per privilegiare menù che sposino la povertà delle materie prime con abbinamenti nuovi, dando vita a piatti squisiti ed equilibrati. 

E' specializzato in pasticceria e gelateria e membro di Euro Toques Italia con cui ha partecipato a numerosi concorsi: Nel 2016 vince il bronzo nella categoria dessert e ristorazione ai Campionati Italiani organizzati dalla FIC (Federazione Italiana Cuochi). Nel 2014 è bronzo agli Internazionali d'Italia, concorso aperto ai 500 migliori cuochi italiani e stranieri tenutosi a Massa Carrara.

Chef del cafè Florian dal 2015, porta la sua cucina creativa all'interno del raffinato ristorante della galleria d'arte contemporanea Florian. Fedele alla tradizione con la quale ama plasmare piatti nuovi e unici con sapore rigorosamente mediterraneo, unisce innovazione e attività a gusti autentici. 
"La mia cucina è prettamente mediterranea - afferma Chef Catizzone - E' bello accostare diversi sapori di uno stesso territorio e creare abbinamenti ben riusciti. Amo giocare con le consistenze degli ingredienti, abbinando ad esempio il morbido e il croccante, creando una sensazione nuova senza alterare le materie prime".
Maurizio Melani

Maurizio Melani

Clicca per ulteriori informazioni su Maurizio Melani
Fiorentino, classe 1973, laureato in Scienze Politiche, è giornalista, scrittore e docente. Esperto di comunicazione, è iscritto all’Ordine dei Giornalisti e dal 1999 ha collaborato con numerose testate cartacee e on-line (La Repubblica, Il Corriere di Firenze, Metropoli, Words in Freedom, etc.) ed è stato addetto stampa per importanti aziende (Caffè Mokarico, Salone Immobiliare), personaggi del mondo della televisione (Paolino Ruffini), discoteche cult toscane, risto-pub, eventi e concerti.

Attivo nel settore della formazione, grazie anche alla personale passione e studi di PNL (Programmazione Neuro Linguistica) riesce a comunicare e a insegnare sia in contesti di élite (laureati, studenti universitari) che in situazioni più complesse (studenti Medi e giovani precari). Tra le sue collaborazioni si annoverano enti formativi (Cescot), ricreativi (soci Coop), aziende private, scuole di cucina e scuole Medie/Superiori. Appassionato di galateo moderno, la sua ultima pubblicazione è la simpatica e utile “Piccola guida di educazione a tavola” edita dalla prestigiosa casa editrice “Le Lettere” Nel primo decennio del 2000 è stato anche imprenditore nel settore della musica, creando un proprio marchio e organizzando centinaia di concerti per big del panorama indipendente italiano (Frankie Hi-NRG, Punkreas, Marta sui Tubi, etc.). Con orgoglio rivendica la lunga collaborazione con la famiglia dello scomparso cantautore Rino Gaetano.

Una sua particolare passione? E’ un esperto assaggiatore di miele, con diplomi conseguiti presso l’ente nazionale “Crea-Api” con sede in Bologna, e iscrizione all’associazione AMI-Ambasciatori dei Mieli. Unicità che gli permette periodicamente anche di organizzare corsi di degustazione e uso dei vari nettari in cucina ed estetica. Nel 2015-2016 è stato l’esperto di miele per le pagine regionali del quotidiano La Repubblica.
Igles Corelli

Igles Corelli

Clicca per ulteriori informazioni su Igles Corelli
Igles Corelli, nato ad Argenta nel 1955, è il Maestro indiscusso e pluristellato della Cucina italiana. 4 le stelle Michelin conquistate nella sua lunga carriera e tatuate sul suo avambraccio destro a memoria di un successo luminoso.
Corelli inizia a lavorare nel ristorante di famiglia a 19 anni, dopo aver terminato la Scuola alberghiera, per poi intraprendere una nuova avventura lavorativa sulle navi di crociera.
Sono gli anni ’80 quando ancora giovanissimo si mette alla guida della cucina del ristorante Il Trigabolo di Argenta, ispirandosi sin dagli esordi a grandi chef quali Nino Bergese, Valentino Marcattilii e Gualtiero Marchesi.
Il Trigabolo viene riconosciuto dalla critica tra i tre migliori ristoranti italiani e Igles  ottiene numerosissimi riconoscimenti: 2 stelle Michelin, 3 forchette Gambero Rosso, 4 templi su 5 Accademia Italiana della Cucina, solo per citarne alcuni.
È il 1996 quando compie un passo decisivo per la sua carriera di Chef: apre il suo ristorante, La Locanda della Tamerice, immerso nelle valli di Ostellato. Dopo 14 anni, nel 2010 approda al ristorante Atman di Lamporecchio, in provincia di Pistoia. All’Atman propone la sua cucina “garibaldina”, esaltazione dei migliori prodotti gastronomici del nostro paese. Una cucina, quella di Corelli, che prevede una conoscenza approfondita e appassionata della cucina tradizionale italiana e una ricerca instancabile di elementi innovativi.
 “Io non credo nella cucina regionale o a Km 0, perché per me l’Italia è come una grande regione, dove trovare gli alimenti migliori. I miei piatti aspirano a essere questo: tutte le materie prime devono rappresentare il meglio dell’Italia. Per questo la mia cucina è garibaldina, mi piace unire l’Italia sotto lo stesso piatto”.
Durante la sua brillante carriera ha cucinato per Clinton, per il Principe Ranieri di Monaco, per il Presidente della Repubblica Cossiga e per la Regina di Svezia. Rappresenta spesso l’Alta cucina italiana nelle più grandi manifestazioni internazionali, è Direttore di corsi di cucina alla Città del Gusto e autore di diversi libri di cucina.
Il grande pubblico lo segue in numerose trasmissioni televisive come il Gambero Rosso Channel e lo ama per la semplicità con cui riesce a spiegare anche le ricette più complesse. Per molti colleghi è semplicemente “il Maestro” della Cucina italiana. 
Marco Romei

Marco Romei

Clicca per ulteriori informazioni su Marco Romei
Marco Romei è nato a Firenze nel 1977. 
"Fin dall' adolescenza ero incuriosito ed attratto dal mondo della cucina, nel tempo le varie esperienze mi hanno portato a specializzarmi nella lavorazione del pescato in generale"
La mia filosofia?
T.P.T.= Tecnica, Passione, Tenacia.
Nel dettaglio riportiamo la sua carriera lavorativa:
Nel 1966 inzia come Apprendista pasticcere presso "Pasticceria Caldana" di Firenze 
Nel 1998 è Apprendista cuoco presso “ Alle Murate” di Firenze
Nel 1999 è Apprendista cuoco presso “ Trattoria i Raddi” di Firenze
Nel 2000/2006 diventa Cuoco capo partita presso “Ristorante Don Chisciotte” di Firenze
Nel 2007/2010 è Capocuoco presso “Ristorante Portofino” di Firenze
Nel 2011 è Capocuoco presso “Ristorante Fratellini’s” a Forte Dei Marmi
Dal 2012 ad oggi Capocuoco e Titolare presso “Ristorante Aroma” di Firenze
 
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie. Maggiori informazioni